niccolò_machiavelli_Giuseppe_Ursino_blog

Amore e timore

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Occorrerebbe essere amati e temuti. Se occorre scegliere una delle due cose è preferibile essere temuti, perché gli uomini sono ingrati, volubili, simulatori, fuggitori dei pericoli e cupidi di guadagno. Mentre fai loro del bene ti offrono qualunque cosa, quando non ti occorre il loro aiuto. Così è meglio essere temuti, perché gli uomini hanno meno rispetto ad offendere chi sa amare, rispetto chi si fa temere. L’amore è per lo più un vincolo d’obbligo il quale, essendo gli uomini meschini, dalla convenienza è rotto. Il timore, invece, è tenuto da una paura di pene che non ti abbandona mai. Fatti quindi temere e, però, evita l’odio, una molla pericolosa. (Niccolò Macchiavelli)

Potrebbe interessarti:

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

ARTICOLI RECENTI

Affamato di futuro

Nei decenni prima di tangentopoli si governava male, corruzione e mafia erano al top, ma il consenso era lo stesso assicurato da una spesa pubblica