italia-digitale_Giuseppe_Ursino_blog

La vecchia Italia e l’era digitale

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

La manager dell’Agenzia per l’Italia digitale (Agid) ha annunciato le dimissioni: ”Troppe invidie e rivalità e il 90% delle cose che vengono raccontate non sono vere. Dovresti poter ricostruire da capo. Ma non è possibile, troppe rendite di posizione. E ogni volta sei giudicata non sui risultati, ma sulla base delle dietrologie.“》

Ho la percezione che nella PA italiana nel settore digitale buona parte di coloro che rivestono ruoli importanti e i loro entourage sono i classici italiani vecchia scuola, incapaci di intendere l’era internet e con una forte attitudine a fare i polpettari e vivere sulle nostre spalle senza combinare mai nulla di buono.
Ancora oggi non si va oltre gli effetti annuncio che sento da quindici anni.
La vecchia Italia nel settore, purtroppo, è ancora al timone facendo danni che ci piangiamo tutti.

Fonte: Ilfattoquotidiano.it

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

ARTICOLI RECENTI

Affamato di futuro

Nei decenni prima di tangentopoli si governava male, corruzione e mafia erano al top, ma il consenso era lo stesso assicurato da una spesa pubblica

LINKEDIN