tradimento_Giuseppe_Ursino_blog

L’antico vizio del tradimento che ci rende facile terra di conquista per chiunque

Condividi questo articolo:

Nell’antichità Siracusa era una città importantissima e aveva delle mura più lunghe e possenti di Roma.

Questa nel 214 a.C. la attaccò e dopo ben 2 anni di assedio la riuscì a conquistare perché un traditore riuscì ad aprire la porta della città e ne seguirono stragi e saccheggi.

Siracusa non si riprese più.

Questo traditore doveva essere molto prolifico, perché la storia siciliana fino ai giorni nostri è piena di traditori della propria terra al soldo dello straniero, in politica e non solo, e di aspiranti traditori che, ove ne avessero l’opportunità, anche per piccoli vantaggi personali, non ci penserebbero due volte.

La mia ricetta: tolleranza zero per chi ha l’attitudine al tradimento ed all’inaffidabilità, senza buonismo asfaltare la mala erba, niente seconda chance.

Condividi questo articolo:

ARTICOLI RECENTI

Affamato di futuro

Nei decenni prima di tangentopoli si governava male, corruzione e mafia erano al top, ma il consenso era lo stesso assicurato da una spesa pubblica

Camminare a testa alta

Dai tempi dell’università sono un attivista a favore della giustizia sociale (per i veri deboli che non sono certo gli impiegati pubblici, ma le tante

LINKEDIN