Categoria: Riflessioni

Molti tengono i loro pensieri per sé stessi perché avvertono dei pericoli nell’esporre le proprie riflessioni. Io penso che buttare giù le proprie riflessioni sulla vita e confrontarsi con gli altri torni utile allo sviluppo della comunità nel suo insieme ed anche alla propria crescita personale.

Nella sezione “Riflessioni” del mio blog scrivo quel che penso su aspetti storici, i miei pensieri sulla guerra, gli scandali, il mio impegno civico, il significato dell’umanità, gli insegnamenti di vita dei grandi saggi dell’umanità utili alla mia crescita personale, politica e spirituale che hanno ispirato i miei pensieri e riflessioni sulla vita ed altri aspetti che ho ritenuto utile attenzionare.

Insegnamenti

Come il mare

L’opinione che abbiamo gli uni degli altri, i rapporti d’amicizia, di famiglia, non hanno nulla di fisso se non in apparenza, ma sono eternamente in

Continua la lettura »
La-lettura_Giuseppe_Ursino_blog
Personali 2 volte

La lettura

La lettura costeggia tutto il percorso della mia vita e mi è di conforto ovunque. Mi consola nella malattia e nella solitudine. Mi libera in

Continua la lettura »
Insegnamenti

Non odiare

Non bisogna mai avercela con gli uomini, mai giudicarli in base al ricordo di una cattiveria, poiché non sappiamo tutto quello che in altri momenti

Continua la lettura »
Elucubrazioni

Non cullatevi

Non cullatevi nell’illusione che il mondo vi debba comunque offrire i mezzi di sostentamento. Il ragazzo convinto che i suoi genitori o il governo o

Continua la lettura »
Insegnamenti

Passioni

Le passioni sono i venti che gonfiano le vele del vascello, qualche volta lo fanno affondare, ma senza di loro non potrebbe navigare. Tutto è

Continua la lettura »
Insegnamenti

L’applauso popolare

Quando riflettete che abbiamo avvelenato Socrate, crocifisso Gesù e bruciata viva Giovanna D’Arco fra l’applauso popolare, unicamente perché, dopo un processo, abbiamo deciso che erano

Continua la lettura »

ARTICOLI RECENTI

Affamato di futuro

Nei decenni prima di tangentopoli si governava male, corruzione e mafia erano al top, ma il consenso era lo stesso assicurato da una spesa pubblica