malapolitica_politici_Giuseppe_Ursino_blog

A statuto speciale i politici sprecano meglio

Condividi questo articolo:

La carriera politica in Italia in generale, eccetto le tante eccezioni, è l’aspirazione per lo più di avventurieri che partendo dal nulla cercano di crearsi una posizione sociale ed economica.
Per arrivarci sono disposti a qualsiasi cosa, insomma non è un mestiere per tutti.
Ma se ce la fanno, se riescono ad inserirsi, le fauci fameliche del saccheggio del denaro pubblico sono a quel punto irrefrenabili.
Una volta chiesi ad un “onorevole” che quella tal cosa non sarebbe stata corretta e, con innocenza, mi rispose: ‘ma che ho fatto tutto questo casino per niente?’
Questa visione dei politici in Italia ha creato in tanti invidia (della serie ‘mi piacerebbe essere al posto suo’) ed in tanti altri un assoluto disprezzo per questa “professione”, che difatti professione non dovrebbe essere.
Questa visione privatistica del ruolo pubblico, ovviamente, non é solo del politico, ma è anche del magistrato che decide chi “proteggere” e chi”arrestare”, delle forze dell’ordine per le quali non esistono semafori rossi o divieti di sosta, e così via.
In conclusione, il male italiano è che ancora, per la sottocultura di una parte consistente della sua popolazione, l’Italia non è pronta per la democrazia.
Fonte: Ilfattoquotidiano.it


Condividi questo articolo: