In un Paese che funziona per merito si sale e si scende e così si costruisce fiducia nel sistema

Condividi questo articolo:

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

In un Paese che funziona il cittadino crede che il sistema sia giusto ed è pronto ad accettarne le regole, anche se sa che non sarà necessariamente lui il diretto beneficiario del suo impegno e dei suoi sacrifici. Il cittadino confida che, se forse a lui non sarà consentito di realizzare i propri sogni, i suoi figli avranno la loro chance da giocarsi, ad armi pari con gli altri. La profonda fiducia nel fatto che le pari opportunità siano davvero tali, fa sì che il cittadino delle società meritocratiche tolleri la disuguaglianza perché crede nella mobilità sociale. Per merito si sale e si scende. Si supera finalmente così il diritto di nascita e quell’idea dei diritti divini del sovrano di impronta feudale, imposture che per secoli hanno giustificato i privilegi nei confronti dei sudditi.
È questo che io sogno per l’Italia.

Se vuoi metterti in contatto con Giuseppe Ursino questo è il suo profilo Linkedin

Clicca qui

Potrebbe interessarti:

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

ARTICOLI RECENTI