Se domina la mediocrazia al posto della meritocrazia

Condividi questo articolo:

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Se il tuo Paese favorisce il primeggiare di mediocri, ignoranti e corrotti, gli altri Paesi, appena giocoforza il tuo si indebolirà, gli salteranno addosso e lo spolperanno. È nell’ordine delle cose. Nei fatti, cinesi, americani, tedeschi, arabi e ora (con Telecom e Unicredit) i francesi, tutti vengono in Italia a “spolparci”. E da noi si continua con la mediocrazia, non riuscendo a interpretare la vita in modo diverso, aspettando la prossima zampata sull’Italia, considerandola normale e ineluttabile. Sembra proprio che non riusciamo a toglierci di dosso questo destino storico dell’irrilevanza. Eppure basterebbe accettare dentro sé stessi l’idea di favorire l’emergere dei migliori, di difenderli dagli invidiosi sempre pronti a denigrarli, di accettare le regole verso l’eccellenza e con un lavoro serio ci potremmo riguadagnare il nostro ruolo nella storia.

Se vuoi metterti in contatto con Giuseppe Ursino questo è il suo profilo Linkedin

Clicca qui

Potrebbe interessarti:

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

ARTICOLI RECENTI