Categoria: ECONOMIA

L’economia domina la vita di tutti noi eppure l’uomo comune non è dotato della cassetta degli attrezzi per comprenderla. È un paradosso che produce grossi problemi. Ecco perché ho pensato nel mio blog di creare una sezione a parte e di focalizzarmi sull’economia italiana così com’è oggi.

Negli articoli che fanno parte della categoria Economia parlo di come superare certi pregiudizi sul mondo delle imprese, accenno agli effetti perversi della mafia sulle dinamiche sociali ed economiche, della necessità di affrontare di petto l’enorme problema etico e funzionale della pubblica amministrazione italiana, della crisi economica, dell’alto tasso di disoccupazione, degli scarsi investimenti pubblici, di denunciare i limiti dei sindacati e di tutto quel mondo che gira attorno al sindacalismo italiano.

Inoltre, quale imprenditore siciliano innamorato della sua incantevole terra, mi è sembrato doveroso spiegare come innumerevoli scelte relative alla politica economica dei governi che si sono succeduti nei decenni abbiano continuato ad allargare il dualismo tra Sud e Nord esasperando gli animi dei meridionali più colti e capaci di percepire certe ingiustizie della nostra società.

ragno-pubblica_amministrazione_economia_italiana_Giuseppe_Ursino_blog
Pubblica amministrazione

La ragnatela del non fare

All’apparenza non ci sono spiragli. Il processo di affondamento dell´economia italiana non appare arrestabile. La mia ormai ventennale esperienza lavorativa in diversi settori mi ha permesso

Continua la lettura »
crisi_italia_Inps_Giuseppe_Ursino_blog
Impresa

Il disastro italiano è figlio della rimozione della realtà

La mentalitá statalista della politica italiana che avviluppa il fanatismo di sinistra (SEL), la sinistra di governo (PD) ed anche il centro-destra non ha nessuna efficace risposta alla crisi, perché la loro ricetta (Stato dirigista, pubblica amministrazione enorme e alta tassazione per compensarne i costi) é già da molti decenni pienamente applicata dalle nostre istituzioni e i risultati sono quelli che vediamo.

Continua la lettura »
Scacco_matto_Giuseppe_Ursino_blog
Impresa

Scacco matto?

Dopo la Seconda Guerra Mondiale l’Italia è distrutta.

Negli anni ’50 e ’60 avviene il rilancio economico con un PIL in crescita in media del 5,8%. In quel periodo l’Italia è ancora un’economia agricola ed industriale e può tollerare senza grandi danni di essere rimasta un’area ad illegalità diffusa. I bassi salari e l’uscita dall’autarchia fascista hanno permesso agli italiani di competere col mondo e di esportare.

Continua la lettura »

ARTICOLI RECENTI

Affamato di futuro

Nei decenni prima di tangentopoli si governava male, corruzione e mafia erano al top, ma il consenso era lo stesso assicurato da una spesa pubblica