L’ignoranza creativa

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Gli ignoranti creativi (the rebels of knowledge maps) sono una piccola minoranza. 
Non si trovano a loro agio nel solco della consuetudine ed hanno bisogno di altro.

L’ignoranza creativa non precede, ma segue la conoscenza e la travolge rompendo gli schemi.

Così gli irragionevoli non sapendo che una cosa non si può fare e che se la fanno sbagliano, la fanno e a volte riescono.

Mentre il paradosso dello specialista è che scende nei dettagli fino a perdere la luce (scende nel pozzo), smarrisce la visione, così sa sempre più di sempre meno, fino a sapere tutto del niente.

Perciò, per fare cose straordinarie, bisogna dotarsi della capacità “negativa” per abitare nello sconosciuto, nell’inesplorato.

E sapere già che è un’attività piena di insidie perché ci si confronta col vento contrario delle persone normali.

Infine, ecco la formula dell’energia imprenditoriale: E=M*3C (ossia l’energia imprenditoriale è uguale alla motivazione dei partecipanti a muovere la conoscenza verso l’azione moltiplicata per le 3 creatività: nei modelli di business, nel marketing e nella tecnologia).

Potrebbe interessarti:

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

ARTICOLI RECENTI

Affamato di futuro

Nei decenni prima di tangentopoli si governava male, corruzione e mafia erano al top, ma il consenso era lo stesso assicurato da una spesa pubblica