rosario_livatino_Giuseppe_Ursino_blog

Rosario Livatino veniva assassinato dalla mafia

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Aveva solo 38 anni.

Era un uomo di giustizia ed era un uomo di fede.

Nei suoi appunti c’era scritto: “Quando moriremo nessuno ci verrà a chiedere quanto siamo stati credenti, ma credibili”.

E’ stato un esempio virtuoso, un uomo che faceva con onestà intellettuale il suo dovere di magistrato, una giovane leva che strideva coi comportamenti melliflui di tanti magistrati siciliani del tempo.

La Sicilia riparta dai giovani perbene come era Livatino, che non aveva timore di non assomigliare alla vecchia guardia.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

ARTICOLI RECENTI

Affamato di futuro

Nei decenni prima di tangentopoli si governava male, corruzione e mafia erano al top, ma il consenso era lo stesso assicurato da una spesa pubblica

LINKEDIN