conformismo-italia_associazion_Giuseppe_Ursino_blogi

Il danno del nulla

Condividi questo articolo:

Qualsiasi associazione che si nutre di conformismo, che  seleziona i propri rappresentanti per cooptazione, che rimane sempre uguale a se stessa, che considera la mancanza di innovazione una virtù, che non rispetta non solo i regolamenti interni ma nemmeno le regole statutarie, che si inventa cariche autoreferenziali per quietare le menti dei pavoni che riesce ad attirare nella sua ragnatela, nel mondo di oggi può esistere e prosperare solo in paesi come l’Italia e ne diventa la cartina di tornasole del suo declino.

Un’associazione di tal specie giocoforza finisce per essere ricattata e dominata dai propri funzionari, fisiologicamente seleziona ed appoggia l’ascesa ai posti di potere delle persone meno dotate intellettualmente, perché sono quelle che meglio si prestano al gioco dei funzionari. Il debole fa quello che serve al dominante, anche senza avere un guadagno personale, anche senza rendersene conto.

Ed il problema di fondo è che rappresentanti associativi di tal genie non rappresentano nessuno, non risolvono i problemi del territorio, insomma non servono a nulla e fanno solo danno per la loro inutilità.


Condividi questo articolo: