FILE-In-this-Tuesday-April-11-2006-file-photo-Mafia-boss-Bernardo-Provenzano-is-escorted-by-hooded-police-officers-as-he-enters-a-Police-building-in-downtown-Palermo-Italy.-AP-PhotoLuca-Bruno-File_Giuseppe_Ursino_blog

La condanna esistenziale del boss mafioso

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Molti uomini d’onore fanno tanti figli soprattutto per farsi temere dagli altri mafiosi, per accrescere la forza del loro clan. Anche quando ricchissimi, vivono come dei cani nella paura di essere uccisi da un momento all’altro. Alcuni di loro credono di proteggersi attraverso il potere. Cercano di stare più in sù di tutti gli altri, perché pensano che non appena scendono, anche di poco, vengono ammazzati. E così continuano ad ammazzare. Uccidono per continuare a comandare, e a quel punto non c’è più via di uscita. Non possono stare senza comandare perché, finché comandano vivono, e, quando non comandano più, muoiono.

Potrebbe interessarti:

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

ARTICOLI RECENTI

Affamato di futuro

Nei decenni prima di tangentopoli si governava male, corruzione e mafia erano al top, ma il consenso era lo stesso assicurato da una spesa pubblica

LINKEDIN