Rinascimento_Giuseppe_Ursino_blog

Quanto mi piace il Rinascimento

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Il XV secolo è stato un periodo culturale eccezionale che col passare del tempo ha avuto ripercussioni sempre più vaste.

Contro un mondo che li ignorava o li respingeva e solo dopo lunghe lotte finalmente riuscirono a prevalere gli ideali di bellezza dell’umanesimo italiano e la tolleranza religiosa, due fattori che insieme determinarono cambiamenti profondi.

Per settecento anni, dalla crisi di Roma, le arti erano state assopite.

Poi ecco un’esplosione di novità e bellezze che si richiamavano al mondo classico greco-romano, alimentato anche dai bizantini rimasti senza patria alla caduta nel 1453 di Costantinopoli.

Così è nata la scienza moderna, traducendo gli scritti greci dei grandi scienziati antichi.

Diventarono essenziali nel trasformare le città le arti meccaniche di artigiani ed artisti.

Fu un grande momento per l’Italia.

Allora il belpaese era first mover, un concetto che mi piace molto perché implica visione, coraggio e creatività!

Potrebbe interessarti:

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

ARTICOLI RECENTI

Affamato di futuro

Nei decenni prima di tangentopoli si governava male, corruzione e mafia erano al top, ma il consenso era lo stesso assicurato da una spesa pubblica

LINKEDIN